Chi sono

Il mio nome è Alessandro Centenari, sono un Paracadutista iscritto all’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia (Sezione di Piacenza). Nella vita mi occupo di "Sicurezza", ma da oltre 20 anni sono anche un privato collezionista di cimeli militari e grande appassionato di storia del periodo compreso tra il 1831 e il 1945.

Il Museo Militare Privato è un’importante collezione di cimeli militari che conta centinaia di acquisizioni e donazioni da singoli privati, famiglie, collezionisti e appassionati di storia; cimeli appartenuti sia a semplici militari, che a valorosi soldati e importanti Ufficiali.

Si tratta di un’importante raccolta frutto di passione, curiosità, studio, pazienza e tempo dedicato al fine di valorizzare la storia e tutti coloro che hanno contribuito a scriverla, permettendoci di vivere oggi, in Libertà. All’ingresso della mostra per il Centenario della Vittoria dell'Italia nella Grande Guerra che organizzai a Piacenza, nel 2018, posizionai un cartello con la seguente dicitura: “In avvenire sia la pace a guidare il cammino dell’umanità”. Questo messaggio di pace e speranza avrà effetto solo continuando a sensibilizzare le giovani generazioni, anche e soprattutto coinvolgendole attivamente in mostre ed eventi storico-culturali, dove è possibile ammirare e toccare con mano i cimeli militari appartenuti ai nostri avi, riflettendo su cosa significhino per meglio comprendere da dove veniamo, chi siamo, ma soprattutto dove vogliamo andare.

A titolo gratuito e per pura passione, da oltre 10 anni collaboro attivamente con Enti Pubblici e Privati, Associazioni d’Arma, Fondazioni, Musei e alcuni Reparti dell’Esercito Italiano, per la perizia, la stima, la conservazione e valorizzazione di cimeli militari, contribuendo anche all’organizzazione di importanti eventi e mostre, sia temporanee che permanenti.

Mostra temporanea della Grande Guerra, di cui sono stato curatore nel 2018, a Piacenza

Dal 2008 al 2011 ho pubblicato, in qualità di co-autore, la trilogia Deutsche Truppen in Italien, collana fotografica scritta in tre lingue, contenente un accurato studio uniformologico di alcuni reparti dell’Esercito Tedesco e della Repubblica Sociale Italiana operanti in Italia, nei tragici anni della Seconda Guerra Mondiale.

Nel 2016, con il Dott. Filippo Lombardi, studioso Piacentino e autore della Collana Piacenza in Grigioverde, ho pubblicato il diario del mio bisnonno, combattente della Grande Guerra, che raccoglie le sue testimonianze dirette in quella che fu terza battaglia dell’Isonzo, a Plava, sul fronte Carsico, alla fine del 1915.

Il mio obbiettivo è quello di creare un Museo Militare Privato sempre più importante e ricco di pezzi di storia, ma fruibile a tutti, che sappia raccogliere e conservare nel tempo i vari cimeli, valorizzandoli attraverso l’organizzazione di mostre ed eventi, sia temporanei che permanenti, evitando che essi rimangano nascosti in soffitta, nelle cantine o ancor peggio gettati via come vecchi oggetti qualunque.

A tale proposito mi propongo per acquistare in qualità di privato e alle massime valutazioni di mercato, tutti i cimeli militari di mio interesse, consapevole del grande valore affettivo e storico che essi rappresentano, impegnandomi a conservarli con la cura e il rispetto che meritano, garantendo alle famiglie che me li hanno ceduti una degna e onorevole conservazione e valorizzazione nel tempo. Nel caso non vogliate separarvi dai vostri cimeli militari di famiglia sarei comunque interessato a poterli visionare per il solo studio e interesse storico-collezionistico.

Grazie, Alessandro Centenari

Il museo del costume militare italiano all'interno del Castello di Rivalta (PC)